Laboratorio Freudiano
per la formazione di psicoterapeuti
Scuola quadriennale di indirizzo psicanalitico
Sede di Milano

La scuola è riconosciuta dal MIUR (Ministero dell'Università) ai sensi della legge 56/89 decreto del 30/05/2002 e ha due sedi, a Roma e a Milano.
L'attività didattica e pratico-formativa del Laboratorio si prefigge di fornire gli strumenti di base che permettano all'allievo di:

  • orientarsi all'interno dei fondamentali modelli clinici e teorici;
  • avviarsi ad una pratica dell'ascolto che consenta di formulare una diagnosi differenziale e di scegliere le modalità più appropriate per intervenire, in ambito istituzionale e privato, sul disagio clinico in tutte le varietà (quantitative e qualitative) delle sue forme.

L'offerta formativa consiste nel fornire, in particolar modo agli allievi che intendono lavorare nelle istituzioni scolastiche, medico-ospedaliere, giudiziarie, nelle comunità, gli strumenti per un ascolto che renda il loro intervento adeguato alle nuove complessità del disagio soggettivo e sufficientemente efficace.

Il Laboratorio freudiano insiste sulla centralità della clinica e sulla formazione incentrata sull'analisi personale. Tale analisi costituisce, infatti, la condizione imprescindibile per introdursi alle dinamiche transferenziali che operano nella cura e ne costituiscono il supporto e il motore.

La sede milanese del Laboratorio freudiano è stata inaugurata nel 1993, anno in cui Cosa Freudiana, la prima associazione lacaniana ad operare in Italia, fonda a Roma il Laboratorio. Concepito per lavorare (nell'ambito del quadro giuridico italiano e nella scia dell'idea lacaniana di Scuola) sulla pratica clinica che la società riconosce sotto il nome di psicoterapia e sulla domanda di formazione degli aspiranti operatori in questo settore, il Laboratorio si avvale della lunga e ricca tradizione di ricerca e di insegnamento dell'associazione di cui è emanazione. Dal 1998 la sede milanese del Laboratorio ha intrecciato le sue attività con quelle della Scuola di Psicanalisi di Milano che rappresenta in questa città l'Association Freudienne Internationale.
La sede milanese del Laboratorio riserva un'attenzione particolare alle patologie dell'infanzia e dell'adolescenza in quanto portatrici e rivelatrici elettive delle forme sociali del sintomo e dell'attuale "disagio nella civiltà".

Modalità e criteri di ammissione

I candidati all'ammissione devono essere in possesso di un diploma di laurea in Psicologia o in Medicina e Chirurgia, ovvero risultare iscritti all'Albo degli Psicologi ai sensi degli artt. 32 e 33 della L. 56/89.
I candidati svolgono colloqui, il cui numero è stabilito caso per caso, con due o più docenti del Laboratorio che siano responsabili della supervisione. I colloqui sono tesi ad accertare che l'aspirante allievo intenda seguire un cursus di formazione coerente con l'indirizzo teorico del Laboratorio e dimostri di essere propenso a lavorare sulla sua domanda di formazione. I docenti che svolgono il colloquio ne riferiscono al Consiglio del Laboratorio il quale, consultato il Comitato scientifico, decide dell'ammissione.

Monte ore annuo complessivo e sua ripartizione

In ottemperanza alle direttive ministeriali, il Laboratorio ha durata quadriennale e svolge un insegnamento che copre un monte ore annuo complessivo di 400 (comprensivo di insegnamento teorico e della supervisione) e di 100 di tirocinio guidato. Allo stato attuale le strutture e le attrezzature disponibili nella sede di Milano sono in grado di accogliere 10 allievi per ciascun anno di corso. L'insegnamento è svolto dai docenti del Laboratorio e integrato da docenti esterni.
Il primo anno (propedeutico) traccia, negli aspetti storici e teorici generali, il campo disciplinare in cui si colloca l'intervento terapeutico.
Il secondo anno prevede una rassegna dei modelli teorici e delle metodologie di intervento clinico dei diversi indirizzi psicologici e psicanalitici, introduce inoltre elementi specifici dell'indirizzo teorico del Laboratorio.
Il terzo e quarto anno entrano nel merito della teoria e della pratica della cura e prevedono insegnamenti complementari di antropologia strutturale, linguistica e topologia.

RESPONSABILE DEL LABORATORIO: MURIEL DRAZIEN

SEDE DI MILANO: Via Luosi, 29 – 20131 Milano tel 02 2364412
RESPONSABILE DELLA SEDE DI MILANO: MARISA FIUMANO'
sito web: http://www.freudlab.it/ e-mail: laborfreudiano.mi@libero.it

SEDE DI ROMA DEL LABORATORIO: Lungotevere degli Artigiani, 30 - 00153 Roma
tel. 06 5812000
sito web: http://www.cosafreudiana.it e-mail: info@cosafreudiana.it