Home

 

POSTO FISSO

Ormai non esiste più, lo ha dichiarato anche il Presidente del Consiglio. Ma attenzione, questo non vuol dire che il lavoro come dipendenti di una società privata o pubblica sia finito. Semplicemente bisogna prevedere una vita di lavoro più movimentata di quella che attendeva i tuoi genitori o i tuoi nonni. I dati Istat dell'estate 1999 mostrano che i giovani arrivano al lavoro attraverso contratti, quando ci sono, chiamati "anomali": part time, collaborazioni occasionali o continuative, contratti per un tempo limitato. E solo più avanti negli anni trovano un posto più stabile, magari proprio come dipendenti. Pensiamo ad esempio agli insegnanti, un caso classico: prima di arrivare ad avere un incarico stabile, oggi si fanno anni di supplenza, poi si ottengono incarichi annuali, e finalmente si arriva ad avere un incarico definitivo in una scuola. Contemporaneamente è necessario partecipare ai concorsi, fare corsi di aggiornamento e specializzazione. Se l'iter è così lungo, molti si perdono per strada, cioè si trovano magari a preferire altri tipi di lavoro, magari sempre legati all'insegnamento: i corsi di formazione, o l'educazione degli adulti. Come dire, si parte con un obiettivo, e poi si corregge il tiro, adeguandosi alla situazione o alle opportunità che si trovano per strada.

Ritorna