Home

 

DRITTI ALLA META

Nello studio come nel lavoro sei determinato nel raggiungere i tuoi obiettivi. Le aree di tuo interesse non sono particolarmente innovative, forse perché più che inventare un nuovo gioco, ti piace giocare in un campo di cui conosci le regole. Magari per non rispettarle.
Pensi che il successo e il riconoscimento sociale dipendano esclusivamente dall'individuo, e per il successo sei disposto a sacrificare altri aspetti della tua vita. Non ti spaventa la competizione, anzi la trovi molto stimolante. E quando sei in gara non risparmi energie. Nel gruppo ti candidi al ruolo di leader, e se il tuo ruolo non viene riconosciuto, sei disponibile a lasciar perdere tutto e ricominciare di nuovo, altrove.
Per molto tempo le organizzazioni aziendali hanno premiato figure professionali come quelle che ti stai costruendo, ma anche qui qualcosa sta cambiando.
Hai mai sentito parlare di femminilizzazione del mondo del lavoro? Il rischio è che essendo troppo intento a giocare, non hai tempo di accorgerti che le regole stanno cambiando.