Home

Dopo la riforma del 2000/2001, l'università offre agli studenti percorsi di studi più brevi (3 anni per la laurea) e la possibilità di ottenere titoli che consentono la libera circolazione delle professionalità all'interno dell'Unione Europea.

In generale, la nuova università è strutturata con sistemi che aiutano lo studente a gestire meglio il suo tempo di studio, arrivando sul mercato del lavoro a 22/23 anni, anziché mediamente a 28 come è avvenuto sino ad oggi.

Che cosa è cambiato

Con l’entrata in vigore del Regolamento in materia di autonomia didattica degli Atenei, sono state introdotte delle novità consistenti, che riguardano in particolare la ridefinizione dei percorsi di studio e l'adozione generalizzata del sistema dei crediti formativi.
I corsi di laurea sono articolati in due cicli successivi. Il primo, della durata di tre anni, porta al conseguimento della laurea proponendo un percorso di studio che consente di acquisire un'adeguata padronanza di metodi e contenuti scientifici generali, nonché di specifiche conoscenze professionali.
Il secondo ciclo, di durata biennale, permette di conseguire la laurea specialistica attraverso una formazione di livello avanzato. Solo nell' Area Sanitaria ci sono ancora lauree a ciclo unico (di 5 o 6 anni), per Farmacia, Odontoiatria, Veterinaria, Medicina. Per queste lauree non è previsto alcun titolo dopo i primi tre anni, ma solo al completamento del ciclo, con la laurea specialistica.

I Crediti formativi

E' stato calcolato che uno studente, ogni anno, può dedicare 1500 ore del proprio tempo allo studio (studio individuale, lezioni, laboratori, stage).
1500 ore corrispondono a 60 Crediti Formativi Universitari (CFU). Quindi un credito corrisponde a 25 ore di impegno.
Almeno la metà dei CFU è riservata allo studio individuale e viene assegnata attraverso il superamento degli esami.
I CFU misurano l'impegno richiesto per raggiungere determinati traguardi formativi: i corsi - e relativi esami - più impegnativi corrispondono a CFU più elevati. La laurea si consegue con 180 crediti, mentre la laurea specialistica con 300 crediti globali (180 più 120).

I Debiti formativi

Con il diploma di maturità puoi iscriverti a qualunque corso di laurea: l'università verificherà il tuo curriculum in relazione al corso che hai scelto.
Questa verifica può evidenziare delle lacune (espresse in debiti formativi) che dovrai recuperare nel primo anno con apposite attività integrative organizzate dall'ateneo.

Puoi trovarti ad avere dei debiti formativi anche se, dopo la laurea, scegli una laurea specialistica di tipo differente (per esempio ti laurei in Fisica, ma vuoi specializzarti in Matematica). Anche in questo caso le tue lacune verranno espresse in debiti formativi da recuperare.

I Voti

Mentre i CFU (Crediti Formativi Universitari) misurano il raggiungimento del traguardo formativo, i voti misurano il profitto. I voti dei singoli esami si esprimono in 30/30, mentre quelli della prova finale, in 110/110. La laurea prevede una prova finale decisa da ogni Ateneo, la laurea specialistica prevede la discussione di una tesi.
Quindi i CFU sono del tutto indipendenti dal voto conseguito e si acquisiscono con il superamento della prova, a prescindere dal voto.

Il titolo di studio

Con l'autonomia, i corsi di laurea e i titoli relativi vengono identificati dai singoli Atenei con nomi che possono essere anche molto diversificati, pur facendo riferimento a un percorso di studio simile. Le lauree (di ogni tipo) sono raggruppate in classi, definite dal Ministero, che danno il valore legale del titolo. Ci è dunque impossibile indicare le offerte formative dei singoli Atenei, che potranno anche essere molto differenziate nelle varie sedi italiane.
Oltre alle classi, illustrate a grandi linee, abbiamo messo a fuoco alcune aree disciplinari, mentre per i singoli corsi di laurea è necessario visitare i siti degli Atenei o il sito del Ministero (http://offertaformativa.miur.it/corsi/)

Dopo la laurea triennale

Master di 1° livello
Ci si può accedere dopo la laurea: subito, ma anche dopo diversi anni.
Anche quando si è già nel mondo del lavoro, il Master consente l'aggiornamento e l'aumento delle competenze.

Lauree Specialistiche
Ci si accede dopo la laurea, scegliendo tra le molte specializzazioni previste. Per ottenere la laurea specialistica sono necessari 300 Crediti Formativi Universitari (CFU), di cui 180 sono di norma già conseguiti con la laurea biennale. Se la laurea biennale è in una classe diversa dalla laurea specialistica, verranno riconosciuti Crediti e Debiti, che indicheranno delle aree di studio in cui è necessaria una preparazione più approfondita.

Master di 2° livello
Dopo la laurea specialistica, i master permettono di affinare la formazione e/o di acquisire ulteriori competenze utili nel mondo del lavoro.

Formazione alla Ricerca
Dopo la laurea specialistica sono previsti dottorati di formazione alla ricerca, per chi desidera diventare ricercatore.

Torna alla prima pagina

Inizia il test